Cortometraggi – GORGEOUS FUCKING – HPFF19

GORGEOUS FUCKING 58′

Lo slot di corti più espliciti, bagnati e kinky. La loro originale rappresentazione di sessualità e corpi non-normati è la ragione per cui quasi tutti sono in concorso come miglior cortometraggio.

DEAR BABE di Ethan Folk, Ty Wardwell (Germania, 2018, 4’)
TRIBUTE di Max Disgrace, Lina Bembe (Regno Unito, 2018, 7’)
A SUNDAY HIKE di Saira Barbaric (Stati Uniti, 2018, 14’)
LAMENTO DELLA NINFA di Matock (Francia, 2018, 7’)
MOANA. OCEAN. SEA. di Massimo Alì Mohammad (Italia, 2018, 2’)
PLASTIC & FUR di Maria Blah (Spagna, 2018, 7’)
THE CHEMO DARKROOM TW di Harvey Rabbit (Germania, 2018, 17’)

SCREENINGS
Venerdì 26/04/2019 – 20:00
Sabato 27/04/2019 – 19:15replica


ANTEPRIMA

DEAR BABE di Ethan Folk, Ty Wardwell feat. Layton Lachman and Ace (Germania, 2018, 4′)

Un houseboy lasciato solo a casa ha fame, e non solo di colazione. Cosa penserà il suo daddy quando leggerà le sue sconcerie?

 

TRIBUTE di Max Disgrace, Lina Bembe (UK, 2018, 7′)

Tribute reimmagina l’idea di un luogo dove praticare cruising lesbo a Londra, come risposta diretta al film di Annette Kennerley “Sex Lies Religion” (1993). In un’epoca in cui, a Londra, scarseggiano i luoghi dove le lesbiche possono esprimere liberamente la loro sessualità, Tribute è la materializzazione di un luogo di fantasia in forma di film, messo in scena sullo stesso storico luogo di cruising – l’Abney Park Cemetery a Stoke Newington – dove Kennerley girò il suo film decenni prima.

 

A SUNDAY HIKE di Saira Barbaric (US, 2018, 14′)

Una tranquilla scampagnata nei boschi può avere sviluppi interessanti. Alistair Fyrn si imbatte in una congrega cappeggiata da Saira Barbaric. Prova a fuggire, ma Saira lo conduce al loro altare.

 

LAMENTO DELLA NINFA di Matock (Francia, 2018, 7′)

“Non mi tormenti piu, non mi tormenti piu… ” o l’incontro tra il BDSM e una canzone barocca. Questa aria tratta dal Lamento della ninfa di Monteverdi è solitamente cantata da una tenore donna. La ninfa tradita è qua interpretata da Martin Poppins, in una sessione di dominazione con Zoé Gold. Che cosa è in gioco in questa inusuale relazione? È una metafora di una performance BDSM? È un modo per diventare una ninfa?

 

MOANA. OCEAN. SEA. di Massimo Alì Mohammad (Italia, 2018, 2′)

Corto dedicato alla memoria dell’attrice italiana Moana Pozzi. Montaggio di frammenti di pellicola danneggiati provenienti dal Cinema Mignon di Ferrara scannerizzati fotogramma per fotogramma.

 

PLASTIC & FUR di Maria Blah (Spagna, 2018, 7′)

Questo corto ha il ritmo e la struttura di un videoclip musicale, dove la performnce di KAy Garnellen e Maria Blah è sincronizzata con la musica per rafforzare la sensazione e l’intensità del loro rapporto sessuale.

 

THE CHEMO DARKROOM di Harvey Rabbit (Germania, 2018, 17′)

Il sesso, il dolore, l’ignoto. The Chemo Darkroom è un film rituale sul recupero della sessualità dopo la chemioterapia. Una donna intraprende un viaggio voyeuristico in una darkroom gay, nel tentativo di liberarsi dalla memoria del cancro e di ricordare chi era prima.

TW [Attenzione! Trigger Warning]